L’Istituto comprensivo “Radice- Alighieri”di Catona dona 500 euro per aiutare i bambini ucraini

140
image_pdfimage_print

“Anche la nostra scuola, subito dopo le vacanze pasquali, ospiterà i bambini fuggiti dalla guerra in Ucraina, Si tratta di un significativo gesto che vuole testimoniare la sensibilità della nostra comunità nei confronti di chi soffre”. Con queste parole, la Dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “Radice Alighieri” di Catona, Avv. Simona Sapone,  ha presentato l’incontro con la referente territoriale di Actionaid, Eleonora Scrivo, durante il quale sono  stati donati 500 euro che serviranno per contribuire alle enormi necessità di profughi e rifugiati.  La somma è stata raccolta nel corso di un mercatino solidale, svoltosi nei giorni scorsi, in cui sono stati venduti oggetti riciclati creativamente e realizzati a mano dagli alunni delle classi 3A e 3C della scuola secondaria di I grado. I ragazzi della scuola, ricadente sul territorio dell’8 Circoscrizione cittadina, nei mesi scorsi,  avevano stabilito rapporti di collaborazione con una scolaresca dell’”Intelect School” di Bilmak nell’ambito del progetto eTwinning “Let’s talk business”. Ha concluso la Dott.ssa Scrivo, che, dopo aver ringraziato calorosamente la Dirigente scolastica e la Prof.ssa Modesta Canale, referente eTwinning per la scuola, ha ricordato  “come Actionaid abbia istituito ben tre postazioni vicino al confine con la Polonia per stare vicino a chi fugge dal conflitto e come stia aiutando i profughi ad accedere ai servizi e alla scuola in Italia attraverso l’aiuto di mediatori linguistici”.

Prof. Antonio Lombardo

responsabile comunicazione

IC “Radice Alighieri” Catona

In questo articolo
Skip to content